giovedì 24 gennaio 2013

Nel carrello della spesa Benefit: un blush tricolore, un mascara e tre correttori

L'azienda americana Benefit, nata nel 1976, è nota nel mondo del beauty per la particolare cura e originalità nelle confezioni dei cosmetici che produce. Il packaging femminile, lezioso e con un forte richiamo retrò attrae molto l'attenzione...gli espositori del marchio sono quasi sempre presi d'assalto anche solo per toccare con mano scatoline e boccettini con frasi che promettono bellezza e allegria.
L'umorismo e l'anticonformismo accompagnano spesso i claim pubblicitari e i prodotti, che promettono soluzioni di bellezza a tutto tondo, vogliono contraddistinguersi tra le fila anonime di scatoline minimali e, in base al detto che anche "l'occhio vuole la sua parte", i cosmetici Benefit sono una gratificazione oculare e spesso olfattiva (i blush, ad esempio, odorano di fiori).

venerdì 18 gennaio 2013

Yankee Candle e sei a casa...

Pink Dragon Fruit, esotica e frizzante
Inizio l'anno nuovo con un articolo dedicato a un marchio statunitense noto per la produzione di fantastiche candele: la Yankee Candle. Ho sempre amato le candele e lo straordinario calore che riescono a regalare. Lo scoppiettio della fiamma e la cera che si scioglie lentamente fermano il tempo che scorre, inducono la mente alla meditazione e favoriscono il relax mentale.
La candela è simbolo di luce, di spiritualità e accoglienza: una candela accesa scalda l'ambiente in cui si trova, ammorbisce i contorni degli oggetti e profuma le nostre esistenze.
Quando studiavo accendevo sempre una candela, le pagine dei libri scorrevano più facilmente e come non ricordare le sere d'inverno quando capitava che andava via la luce? Una candela alla vaniglia illuminava il comodino e la notte era meno...buia.
Le Yankee Candle vantano origini molto umili che risalgono al Natale del 1969: il diciassettenne Mike Kittredge, non potendosi permettere di comprare un regalo per la sua mamma, sciolse dei pastelli a cera per creare una candela.