giovedì 3 maggio 2012

Beauty Blender, un'adorabile compagna di viaggio

Non è una news, ma decido di parlarvene perchè considero questo prodotto un must have per le make up addicted. La Beauty blender è la spugnetta pluripremiata (per due anni di seguito ha vinto il titolo di "best beauty winner award" di Allure) creata in America da due make up artist: Rea Silva e Ann Veronica Lorenz. Anni di ricerca ed esperienza in campo estetico hanno portato le truccatrici professioniste alla convinzione che una spugna a forma ellittica avrebbe facilitato e migliorato la gestuelle nella stesura del make up. La forma ad uovo si uniforma perfettamente al viso e, grazie alla punta arrotondata, si riesce a sfumare perfettamente il trucco anche nelle zone più difficili, come il contorno occhi e i lati del naso. L'applicazione dei prodotti diventa una vera coccola per il viso sia perchè ha un tocco leggero come una piuma sia perchè i movimenti della spugnetta massaggiano la superficie della pelle e non la stressano. Il metodo migliore per usare la beauty blender è quello di picchiettarla e farla ruotare delicatamente sul viso, senza strofinarla. Il make up applicato si fonde letteralmente con la pelle per un effetto molto naturale e fresco.
Un altro punto forza della spugnetta è il materiale latex free con cui è fatta, pensato per le pelli  allergiche. Per le pelli più sensibili, inoltre, è stata creata la beauty blender priva di colore: la Pure (eccola: http://www.beautyblender.net/pure.html ).
Prima di usare la spugnetta bisogna bagnarla in acqua fino a farle duplicare il suo volume iniziale, tamponarla, poi, con un tovagliolo e lasciarla umida. La beauty blender si presta a tutti i prodotti make up e a tutte le texture, dal fondotinta liquido a quello in polvere, dal blush in crema agli ombretti compatti: un unico ausilio che, in effetti, snellisce il procedimento del trucco. Dopo averla usata è bene lavarla con l'apposito Cleanser, un detergente delicato che profuma di lavanda (inci:deionized water, vegetable-based cleansing and sudsing agents, mild surfactants, emulsifiers, fragrance) e che puo' essere utilizzato per pulire anche i pennelli (in sostituzione si puo' usare anche un detergente delicato per bambini). La beauty blender , se utilizzata correttamente, dura parecchio tempo. In realtà l'etichetta rivela un tempo massimo di 4-5 mesi, io la utilizzo da molto più, anche se non in maniera continua, e inizia adesso a cedere un po' le armi.
"Applicare il blendercleanser sulla Beautyblender ancora umida in una piccola quantità grande come una monetina, quindi massaggiare delicatamente con la mano e sciacquare fino ad eliminare del tutto l'eventuale schiuma. Ripetere se necessario. "
Unico problema riscontrato da molte è la perdita di colore durante i lavaggi. E' successo a mia sorella (addirittura la spugnetta le colora le dita!) ma ho letto sul web che è problema comune. A me non è mai successo: probabilmente i primi stock di spugnette non avevano questo difetto. Forse l'uscita della Beauty blender Pure è una conseguenza di questa problematica: peccato! la spugnina fucsia mi piaceva di più ;).
Io l'ho acquistata da un sito inglese (http://www.beautybay.com/accessories/beautyblender/).
In Italia il rivenditore ufficiale è http://www.makeuplandia.com/categorie-1396/BEAUTYBLENDER.aspx 

Per concludere vi lascio il link del video di un make up artist, Encore, che spiega come usare la beauty blender:



"In arte l'economia è sempre bellezza". (da Le prefazioni di Henry James)

Piumetta nel mio giardino


Nessun commento:

Posta un commento